RAPPORTO DI LAVORO

Licenziamento, comunicazione obbligatoria per l'offerta di conciliazione

Una volta che si è proceduto al licenziamento di un lavoratore rientrante nella disciplina del contratto a tutele crescenti, la normativa prevede la possibilità, facoltativa e unilaterale, che il datore proponga una conciliazione entro sessanta giorni, con la quale viene offerta una somma determinata ex lege, per evitare l'impugnazione del licenziamento stesso. Entro 65 giorni dalla data di licenziamento, il datore di lavoro, o i professionisti che lo assistono, deve procedere ad un ulteriore nuovo adempimento burocratico, l'invio del modello "Unilav-conciliazione", tramite il portale www.cliclavoro.gov.it

Settore edile, formazione e organismi paritetici

Il TAR del Lazio conferma le indicazioni ministeriali (circ. n. 13/2012) secondo cui solo gli organismi bilaterali costituiti a iniziativa di una o più associazioni dei datori o dei prestatori firmatarie dei contratti individuati possono definirsi "organismi paritetici" e quindi legittimati a svolgere l'attività di formazione, in collaborazione con datori di lavoro.

Lavori usuranti e interdizione al lavoro per lavoratrici madri

Il Ministero del lavoro, alla luce del divieto di svolgere lavori pericolosi, faticosi e insalubri ex art. 7 del D.Lgs. n. 151/2001, precisa che, per la lavoratrice madre, conducente di linea nel servizio pubblico di trasporto collettivo, il divieto di svolgere tali mansioni si applica solo durante la gestazione e per il periodo di astensione obbligatoria.

CONTRIBUTI E FISCO

CONTRATTI COLLETTIVI

Agenzie di assicurazione Sna

Il Sindacato Nazionale Agenti di Assicurazione (S.N.A.), CPMI Italia - Confederazione Piccola Media Industria e Impresa Italiana, FESICA CONFSAL e CONFSAL FISALS sono intervenute, con apposito accordo, a parziale modifica del Ccnl del 10 novembre 2014

Dirigenti credito

In data 13 luglio 2015, tra ABI e FABI, FIRST-CISL, FISAC-CGIL, SINFUB, UGL CREDITO, UILCA e UNISIN è stato siglato l'accordo di rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro per i dirigenti dipendenti dalle imprese creditizie, finanziarie e strumentali del 29 febbraio 2012. Le novità riguardano: trattamento economico, scatti di anzianità, permessi per ex festività, malattia, ricollocazione e commissione paritetica di conciliazione

PREVIDENZA E ASSISTENZA

Rivalutazione delle pensioni, istruzioni Inps

Gli importi della pensione derivanti dagli aumenti del 20% (per gli anni 2014 e 2015) e del 50% (per il 2016) dell'incremento perequativo disposto per il 2012 e 2013 sono rivalutati, a decorrere dall'anno 2014, sulla base delle regole fissate della legge 147/2013. Con questa precisazione l'Inps, descrive una delle poche modifiche introdotte dalla legge 109/2015 di conversione del decreto legge 65/2015. Si tratta del decreto legge e ora della legge approvata dal Parlamento che ha recepito, all'art. 1, la sentenza l. 70/2015 della Corte costituzionale

Elenco di tutti gli argomenti

  1. a

    Assicurazione Sociale Per L'impiego

  2. b

    Brevi

  3. c

    Contrattazione Collettiva

    Crediti Di Lavoro

  4. d

    Dirigenti

    Diritti Sindacali

    Documento Unico Di Regolarità Contributiva (DURC)

  5. f

    Formazione Professionale

  6. l

    Lavoro E Territorio

    Licenziamento Individuale

  7. m

    Maternità

  8. p

    Pensione

  9. r

    Rassegna Massimario

loader