PRIMO PIANO

Congedo parentale a ore, nuovi chiarimenti Inps

In data 18 agosto 2015 l'Inps è intervenuto per definire le modalità operative con le quali richiedere i congedi parentali, con la fruizione ad ore, anche in assenza di specifica previsione contrattuale collettiva. Ribadito che si tratta di una novità introdotta in via sperimentale per i soli mesi rimanenti del 2015, l'ente ha previsto, quale prima fase operativa, una procedura telematica aggiuntiva rispetto a quella già utilizzata per la fruizione del congedo a giorni e/o a mesi. Non essendo state modificate le regole di indennizzo del congedo, anche in caso di congedo parentale a ore, l'importo sarà calcolato su base giornaliera.

RAPPORTO DI LAVORO

Lavoro accessorio, i controlli ispettivi alla luce del jobs act

Il D.Lgs 15 giugno 2015 n. 81, meglio conosciuto come "codice dei contratti", è intervenuto, tra le altre cose, anche in materia di lavoro occasionale accessorio, riscrivendo, razionalizzando ed in parte innovando in tre articoli le regole che fanno capo all'istituto. Da sottolineare alcune novità introdotte che avranno, verosimilmente, impatto sul monitoraggio ed il controllo nell'utilizzo di un istituto oggetto di giudizi spesso di segno opposto. In attesa di eventuali indicazioni da parte del Ministero, con circolare 149 del 12 agosto 2015 l'Inps ha fornito una serie di primi importanti chiarimenti, in alcuni casi indispensabili per la piena operatività dell'istituto.

Cig in deroga, domande presentate da aziende con più unità produttive

In seguito alle segnalazioni di alcune sedi territoriali relative a "un blocco procedurale" su Sistema Unico delle autorizzazioni e dei relativi pagamenti di domande di Cig in deroga per l'annualità 2015, in caso di aziende con più unità produttive, l'Inps ha precisato che sono in corso modifiche alla procedura di acquisizione dei dati anagrafici delle unità produttive e ha invitato le sedi a segnare ad un'apposita mail le situazioni di blocco.

Ammortizzatori in deroga nel settore pesca, l'Inps illustra le novità

A seguito di quanto previsto dalla legge di stabilità 2015 e del decreto legge 21 maggio 2015, n. 65, l'Inps ha diramato le istruzioni per l'utilizzo della somma di 35 milioni di euro per il finanziamento degli ammortizzatori sociali in deroga per il settore della pesca, tenendo conto preliminarmente, e fino a esaurimento delle risorse assegnate, delle istanze riferite alla annualità 2014 e presentate entro e non oltre il 26 gennaio 2015. Le aziende devono inviare telematicamente, entro e non oltre il 25 gennaio 2016, le istanze relative all'annualità 2015 utilizzando il software INPS "DIGIWEB".

Istituito Solimare, fondo di solidarietà bilaterale del settore marittimo

In adempimento a quanto previsto dall'art. 3 della legge n. 92/2012, e a seguito della stipula di appositi accordi sindacali tra le organizzazioni sindacali del settore, è stato istituito presso l'Inps il Fondo di solidarietà bilaterale per i lavoratori del settore marittimo, denominato Solimare, con il compito di tutelare il reddito dei lavoratori marittimi e del personale amministrativo e di terra delle imprese armatoriali, con più di 15 dipendenti, nei casi di riduzione o sospensione dell'attività lavorativa in determinati casi

CONTRIBUTI E FISCO

Settore edile, sgravio dell'11,5% anche per il 2015

L'INPS, con proprio messaggio, ricorda che, dal 1° settembre, le aziende del settore edile potranno, in attuazione della legge 247/2007, inoltrare istanza per accedere al beneficio dell'11,5%, anche in assenza del prescritto decreto ministeriale.

Concordato preventivo in continuità aziendale e Durc: l'Inps si allinea al Ministero

L'Inps intervenendo sulla questione del rilascio del Durc nel caso di imprese in concordato preventivo cd. in continuità dell'attività aziendale, sulla scorta delle recenti posizioni ministeriali, conferma l'obbligo di rilasciare un DURC regolare alle imprese che abbiano conseguito l'omologazione del concordato anche laddove il relativo piano non contempli l'integrale soddisfazione dei crediti di INPS e INAIL muniti di privilegio.

Mod. 730/2016 precompilato, modalità di utilizzo delle spese sanitarie

Arrivano dal direttore delle Entrate le modalità̀ di utilizzo dei dati relativi alle spese sanitarie necessarie per l'elaborazione della dichiarazione dei redditi precompilata. Dal prossimo anno l'inserimento delle spese mediche nel 730 precompilato sarà fornito attraverso il "Sistema Tessera Sanitaria", che metterà̀ a disposizione dell'Agenzia delle Entrate i dati relativi alle spese sanitarie e ai rimborsi effettuati nel periodo d'imposta precedente. I dati sulle spese sanitarie di dipendenti e pensionati, dunque, saranno a disposizione già a partire dal 2016 per il recupero della parte di spesa che può abbattere la pressione fiscale diretta

Crediti con la Pa, compensazione con le somme iscritte a ruolo

Dal 31 luglio scorso sono riaperti i termini per la compensazione delle somme iscritte a ruolo relative a cartelle esattoriali notificate entro il 31 dicembre 2014. Il decreto ministeriale estende le disposizioni previste dal DM 24 settembre 2014 anche sull'anno 2015, purché, come detto, con riferimento a cartelle esattoriali notificate entro il 31 dicembre 2014

CONTRATTI COLLETTIVI

PREVIDENZA E ASSISTENZA

Pensioni, nuove regole per il pignoramento e la cessione

A seguito dei mutati termini per il pagamento delle pensioni, cambiano anche alcune regole per l'effettuazione delle trattenute sui trattamenti pensionistici erogati dalle diverse gestioni facenti capo all'Inps e finalizzate ai versamenti a favore di soggetti terzi a titolo di pignoramento, di cessione volontaria del quinto della pensione o di quote a favore di contitolari di pensione ai superstiti, beneficiari di assegni alimentari o di assegni divorzili. Si ricorda che sono cambiati dal 27 giugno 2015 anche i criteri di trattenuta sulla pensione delle quote relative ai pignoramenti in virtù della legge di conversione del decreto legge 65/2015.

Vittime dell'amianto, definito l'acconto della prestazione aggiuntiva per il 2014

L'Inail ha stabilito la misura complessiva dell'acconto della prestazione aggiuntiva a favore delle vittime dell'amianto per l'anno 2014 in misura pari all' 11,1% della rendita Inail spettante. La misura del secondo acconto per l'anno 2014 risulta pari all'1,1%. La prestazione è liquidata dal Fondo delle vittime dell'amianto istituito presso l'Inail.

Elenco di tutti gli argomenti

  1. a

    Ammortizzatori Sociali

    Assistenza Fiscale

    Assunzioni Agevolate

  2. b

    Brevi

  3. c

    Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria

    Contrattazione Collettiva

    Contratto Di Solidarietà

    Crediti Di Lavoro

  4. d

    Documento Unico Di Regolarità Contributiva (DURC)

  5. i

    INAIL

    INPS

  6. l

    Lavoro Accessorio

    Lavoro All'estero

  7. m

    Maternità

    Modello 730

  8. p

    Pensione

  9. r

    Rassegna Massimario

    Retribuzione

  10. s

    Somministrazione Di Lavoro

    Sostegno Al Reddito

  11. t

    Trattamento Di Fine Rapporto (TFR)

  12. u

    UNIEMENS

loader