RAPPORTO DI LAVORO

Pesca e nuove risorse per gli ammortizzatori in deroga, le istruzioni Inps

Facendo seguito al decreto interministeriale 5 agosto 2016 che ha assegnato 18 milioni di euro per il finanziamento della cassa integrazione guadagni in deroga per il settore pesca, l'Inps ha fornito le proprie indicazioni operative per quanto riguarda l'annualità 2016, precisando che le domande dovranno essere presentate, entro il 30 gennaio 2017, tramite "procedura DigiWeb".

CONTRATTI COLLETTIVI

Dirigenti commercio

Sottoscritto tra Confcommercio e Manageritalia l'accordo per il rinnovo del Ccnl 31 luglio 2013 applicabile ai lavoratori dirigenti di aziende del terziario, della distribuzione e dei servizi. Le principali novità dell'accordo riguardano: aggiornamento professionale, assistenza sanitaria integrativa, collegio arbitrale, dirigenti, ferie, incentivi al reimpiego, infortunio non sul lavoro, licenziamento, malattia, minimo contrattuale, previdenza complementare

Autorimesse e noleggio automezzi

Le parti sociali hanno sottoscritto il verbale di accordo per il rinnovo del Ccnl 20 giugno 2013 per i dipendenti da imprese esercenti autorimesse, noleggio autobus, noleggio auto con autista, locazione automezzi, noleggio motoscafi, posteggio e custodia autovettura su suolo pubblico e/o privato, lavaggio automatico e non automatico e ingrassaggio automezzi, attività di soccorso stradale e di assistenza alla mobilità, nonché le attività direttamente collegate, ai servizi di noleggio autoambulanza con conducente. Le principali novità riguardano: appalti, apprendistato, contratto a termine, mansioni, part time, previdenza complementare, somministrazione, stage e tirocinio, trasferta, trattamento economico e una tantum

PREVIDENZA E ASSISTENZA

Vittime amianto, nuova modulistica Inail per richiedere la prestazione

L'Inail ha predisposto una nuova modulistica per procedere alla richiesta di accesso alla prestazione, prevista a favore dei malati di mesotelioma, riconducibile ad esposizione non professionale all'amianto. L'esposizione deve essere avvenuta sul territorio italiano: pertanto i lavoratori, o gli eredi, che la richiedano dovranno dimostrare che il soggetto sia stato residente sul territorio italiano nel periodo in cui è sorta la patologia

loader