Numero 8 -


Call center, obblighi e sanzioni per lo svolgimento dell'attività extraUE

Qualunque operatore economico che decida di localizzare, anche mediante affidamento a terzi, l'attività di call center fuori dal territorio nazionale in un Paese non membro dell'Unione europea, deve darne comunicazione, almeno trenta giorni prima del trasferimento, al MISE, al Ministero del lavoro, all'Ispettorato nazionale del lavoro e al Garante della privacy

Paolo Rossi
Consulente del lavoro in Roma

Guida al Lavoro

Il settimanale di amministrazione del personale, contrattazione collettiva, diritto e sicurezza del lavoro, da oggi completamente rinnovato.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader