Numero 23 -


Il lavoro dirigenziale e il superamento dei limiti orari a tutela della salute

Al rapporto di lavoro dirigenziale, come noto, non si applica la normativa sulle prestazioni di superamento dell'ordinario orario di lavoro, giornaliero/settimanale, già dalle previsioni di legge del d.lgs. 66/2003 e così fino alla disciplina contrattuale, collettiva ed individuale. Sul punto specifico i contratti collettivi si limitano, infatti, a precisare che la relativa prestazione lavorativa non è quantificabile, anche se, poi, dispongono che essa tende a correlarsi in linea di massima, ma pur sempre con ampia discrezionalità, all'orario dell'unità lavorativa cui il dirigente è addetto...

Pasquale Dui
Avvocato in Milano
Professore a contratto
nell‘Università di Milano Bicocca

Guida al Lavoro

Il settimanale di amministrazione del personale, contrattazione collettiva, diritto e sicurezza del lavoro, da oggi completamente rinnovato.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader