Numero 25 -


Lavoro nei porti, programmi per il futuro

I porti, e il lavoro portuale, si trovano in una fase di grande trasformazione, determinata da fattori quali il gigantismo navale e l'automazione nei terminal. Il rischio prospettico è un decremento dei traffici e quindi della domanda di manodopera portuale in alcuni porti, e comunque di un aumento dei picchi di lavoro, con riflessi evidenti dal punto di vista dell'organizzazione dell'offerta di manodopera. Consapevoli dell'importanza di queste sfide (professionalizzazione, sicurezza, autoproduzione del lavoro portuale), prima di negoziare un nuovo Ccnl di categoria, le parti sociali hanno...

Francesco Munari
Ordinario di diritto dell'Unione europea
Partner Deloitte Legal

Guida al Lavoro

Il settimanale di amministrazione del personale, contrattazione collettiva, diritto e sicurezza del lavoro, da oggi completamente rinnovato.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader