Numero 38 -


Corte Ue: per gli autisti minimi retributivi del luogo abituale di lavoro

La Corte di Giustizia Ue ribadisce il principio in base al quale la retribuzione spettante ai lavoratori - nello specifico conducenti di autocarri - è quella relativa allo Stato in cui svolgono abitualmente la prestazione lavorativa, a prescindere dalla sussistenza o meno di un distacco transnazionale

Claudio Infriccioli
Francesco Paesani
Ispettori del lavoro
Ispettorato Territoriale del Lavoro di Ascoli Piceno (*)

Guida al Lavoro

Il settimanale di amministrazione del personale, contrattazione collettiva, diritto e sicurezza del lavoro, da oggi completamente rinnovato.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader