Numero 11 -


Licenziamento del dirigente giustificato per disallineamento con i vertici aziendali

Ai fini della giustificatezza del licenziamento del dirigente, non è necessaria un'analitica verifica di specifiche condizioni di fatto, ma è sufficiente una valutazione globale, che escluda l'arbitrarietà del recesso, in quanto intimato con riferimento a circostanze idonee a turbare il rapporto fiduciario con il datore di lavoro, nel cui ambito rientra l'ampiezza di poteri attribuiti al dirigente

Francesco d'Amora
Avvocato
Partner Quorum Studio Legale
e Tributario Associato

Guida al Lavoro

Il settimanale di amministrazione del personale, contrattazione collettiva, diritto e sicurezza del lavoro, da oggi completamente rinnovato.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader