PRIMO PIANO

RAPPORTO DI LAVORO

La rinuncia ai riposi giornalieri della lavoratrice madre

Il Ministero del Lavoro chiarisce che qualora la lavoratrice madre non intenda usufruire, spontaneamente e per proprie esigenze, dei permessi giornalieri ex art. 39, D.Lgs. n. 151/2001, già richiesti al datore di lavoro, non trova applicazione nei confronti di quest'ultimo la sanzione di cui all'art. 46 del medesimo decreto legislativo

Voucher per baby sitting e part time: ultimi chiarimenti Inps sul calcolo del beneficio

L'Inps, in seguito alle modifiche introdotte dal DM 28 ottobre 2014 alla disciplina in materia di voucher e contributi per l'accesso, rispettivamente, a servizi di baby sitting o servizi per l'infanzia, fornisce importanti precisazioni in merito al corretto calcolo del beneficio, in presenza di trasformazioni di rapporti da tempo pieno a tempo parziale e viceversa, ovvero in presenza di risoluzione del rapporto di lavoro

Cambio d'appalto: niente certificato antipedofilia per il subentrante

Il Ministero del lavoro risponde ad un quesito in tema di appalto ed in particolare se il datore di lavoro debba richiedere il certificato penale del casellario giudiziale, ivi previsto, anche nelle ipotesi di cambio appalto, in quanto azienda subentrante obbligata ad assumere il personale dell'impresa uscente.

Autoferrotranvieri, applicabili le nuove regole per il licenziamento

Rispondendo a una richiesta di interpello avanzata dall'Associazione nazionale autotrasporto viaggiatori (ANAV) e dall'Associazione Trasporti (ASSTRA), il Ministero del lavoro ha precisato che, in caso di licenziamento degli autoferrotranvieri, si applicano, a seconda dei rispettivi ambiti applicativi e di decorrenza, le disposizioni contenute nell'articolo 18 della legge 20 maggio 1970, n. 300, ovvero quelle introdotte dal decreto legislativo 4 marzo 2015, n. 23, che ha introdotto il contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti.

Sisma dell'Aquila e proroga dei contratti a termine

Con riguardo alle zone colpite dal sisma del 6 aprile 2009, il Ministero del lavoro precisa che, anche dopo l'avvenuta abrogazione delle disposizioni contenute nel D.Lgs. n. 368/2001 e l'entrata in vigore del D.Lgs. n. 81/2015, per l'Aquila e i comuni del cd. Cratere continuano a valere le norme derogatorie che consentono, nel rispetto dei limiti previsti, di superare il limite dei 36 mesi di durata complessiva dei rapporti a tempo determinato

CONTRIBUTI E FISCO

Obblighi contributivi per le compagnie di volo straniere, il caso Ryanair

La soluzione del Tribunale di Roma alla questione controversa (e oggetto di analoghi giudizi sul territorio) della assoggettabilità alla legislazione previdenziale italiana dei dipendenti della compagnia aerea Ryanair (di nazionalità irlandese) impiegati presso l'aeroporto di Ciampino dove la stessa compagnia usufruisce di locali in funzione di base operativa di servizio

Lavoro all'estero: abolite le autorizzazioni all'espatrio

Il decreto legislativo 14 settembre 2015, n. 151 attuativo nel jobs act prevede, fra l'altro, l'abolizione delle autorizzazioni al lavoro all'estero ex legge 398/87. Proponiamo un utile quadro delle novità fiscali, previdenziali e lavoristiche sulla gestione dei lavoratori italiani all'estero.

Regime fiscale di favore per redditi prodotti all'estero e lavoratori rimpatriati

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto attuativo della delega prevista dalla legge n. 23/2014 orientata ad introdurre norme per ridurre le incertezze nella determinazione del reddito e della produzione netta e per favorire l'internazionalizzazione dei soggetti economici operanti in Italia; il decreto prevede tra l'altro il nuovo regime dei crediti d'imposta per i redditi prodotti all'estero e una fiscalità di favore per lavoratori rimpatriati.

Incentivi alle imprese che investono in sicurezza, le linee di indirizzo Inail

Nell'ambito delle attività promozionali svolte dall'INAIL per il miglioramento dei livelli qualitativi in materia di salute e sicurezza sul lavoro e dell'adeguamento alle norme di sicurezza da parte delle piccole e medie imprese dell'agricoltura, dell'edilizia e del settore lapidei, l'Istituto detta le linee di indirizzo per la concessione di incentivi economici alle imprese che investono in sicurezza

Contribuzione esodi ex Enpals ed ex Inpdap: compilazione del flusso Uniemens

L'Inps si pronuncia sull'accesso alla procedura di esodo ex art. 4 della legge n. 92/2012 a decorrere dal 1° maggio 2015 e sulla denuncia della contribuzione correlata, fornendo indicazioni sul piano operativo in ordine alla modalità di composizione del flusso Uniemens in presenza di lavoratori dello spettacolo, dello sport professionistico e dei lavoratori iscritti ad una delle gestione pensionistiche dei dipendenti pubblici (CPDEL, CPI, CPS, CPUG, CTPS)

PREVIDENZA E ASSISTENZA

Le istruzioni Inail sulla rivalutazione delle rendite

Sulla base dei decreti ministeriali del 30 giugno 2015 l'Inail procederà alla liquidazione delle prestazioni nonché alla riliquidazione di quelle in corso a seguito della rivalutazione degli importi dei trattamenti per i settori industria, agricoltura, tecnici radiologi e medici radiologi con decorrenza dal 1° luglio 2015. L'Istituto riepiloga i diversi valori e fornisce le istruzioni per la riliquidazione delle prestazioni

SPECIALE Documento unico di regolarita' contributiva (Durc) Guida operativa alla procedura telematica

SPECIALE
Documento unico di regolarita' contributiva (Durc) Guida operativa alla procedura telematica

Durc e presenza di crediti certi

L'art. 31 del D.L. 69/2013 (L. 98/2013), attraverso la modifica dell'art. 13- bis, comma 5, del D.L. 52/2012 (L. 94/2012), ha stabilito che, a decorrere 22.6.2013, il documento unico di regolarità contributiva deve essere rilasciato, in presenza di una certificazione (emessa a norma dell'art. 9. C. 3-bis, del D.L. 185/2008 – L. 2/2009) che attesti la sussistenza e l'importo di crediti certi, liquidi ed esigibili vantati nei confronti delle pubbliche amministrazioni di importo almeno pari agli oneri contributivi accertati e non ancora versati da parte di un medesimo soggetto, in tutti i casi di rilascio del DURC e non solo per l'applicazione dei benefici normativi e contributivi (v. anche circ. Min. Lav. 36/2013)

Elenco di tutti gli argomenti

  1. a

    Ammortizzatori sociali

    Appalto

    Assicurazione sociale per l'impiego

  2. c

    Contratto di solidarietà

    Calamità naturali

    Cassa integrazione guadagni straordinaria

    Costo del lavoro

  3. d

    Diritti sindacali

    Documento unico di regolarità contributiva (DURC)

  4. f

    Festività

  5. i

    INPS

    IRPEF

    INAIL

  6. l

    Licenziamento individuale

    Licenziamento collettivo

    Lavoro all'estero

  7. m

    Maternità

    Malattia

  8. p

    Pubblico impiego

    Pensione

    Previdenza complementare

  9. s

    Sicurezza del lavoro

    Socio amministratore

  10. u

    UNIEMENS

loader