PRIMO PIANO

Maxi focolaio Covid e responsabilità del datore per danni subiti dai familiari del lavoratore

La presente analisi trae spunto da un fatto di cronaca in cui l'esplosione di un focolaio Covid in azienda, con evidenti responsabilità del datore di lavoro, viene riconosciuto come infortunio sul lavoro dall'INAIL. Questo approfondimento, oltre a ripercorrere brevemente la normativa emergenziale in materia di sicurezza sul lavoro ed il suo coordinamento con la disciplina generale, si propone di trattare il singolare caso della eventuale responsabilità del datore di lavoro, gravato dall'obbligazione di sicurezza, in caso di danni cagionati ai parenti dei lavoratori contagiati in occasione di lavoro

RAPPORTO DI LAVORO

Amministratore e lavoratore subordinato: cumulo delle cariche

Il rapporto di lavoro subordinato è ritenuto compatibile con la qua­lità di amministratore purché esista effettivamente il vincolo della subordinazione, ovvero, per dirla in altri termini, da una diversa prospettiva, la medesima attività non può essere oggetto, nel contempo, del rapporto di lavoro subordinato e del lavoro di amministrazione, essendo, invece, indispensabile individuare una serie di mansioni riconducibili esclusivamente al contratto di lavoro e non anche allo svolgimento della funzione di amministratore

Operativo il fondo di solidarietà bilaterale per le attività professionali

A decorrere dal 17 marzo 2020, i datori di lavoro del settore delle attività professionali non sono più assoggettati all'obbligo contributivo verso il FIS; nei loro confronti sussiste l'obbligo di versamento della contribuzione ordinaria al Fondo di solidarietà bilaterale per le attività professionali. L'Inps fornisce ora le istruzioni relative all'assegno di integrazione salariale garantito dal Fondo

CONTRIBUTI E FISCO

Inail, sì al rimborso di maggiori premi versati se l'errore non è imputabile al datore

La voce di tariffa utilizzata per la liquidazione del premio Inail deve essere individuata in base alla lavorazione principale restando attratte a questa tutte le altre attività complementari o sussidiarie. Nel caso in cui viene riscontrato un errore di inquadramento che ha determinato il pagamento, da parte del datore di lavoro, di un premio superiore al dovuto, l'Inail è tenuto a provvedere al rimborso nel caso in cui l'erroneo inquadramento non sia imputabile all'azienda

CONTRATTI COLLETTIVI

PREVIDENZA E ASSISTENZA

Fino a tutto il 2024 restano confermati i requisiti per la pensione

L'Inps informa che dal 1° gennaio 2022 i requisiti di accesso al pensionamento, adeguati agli incrementi della speranza di vita, non sono ulteriormente incrementati. Nella circolare sono riportati i requisiti di accesso alla pensione di vecchiaia, alla pensione anticipata e alla pensione di anzianità con il sistema delle quote, adeguati agli incrementi della speranza di vita, validi per il biennio 2023-2024

SPECIALE Il lavoro dopo la pandemia e la trasformazione digitale

SPECIALE
Il lavoro dopo la pandemia e la trasformazione digitale

Elenco di tutti gli argomenti

  1. c

    Calamità naturali

    Contrattazione collettiva

    Crediti di lavoro

  2. d

    Dirigenti

  3. i

    Infortunio sul lavoro

    IRPEF

    INAIL

    INPS

  4. l

    Licenziamento individuale

    Licenziamento collettivo

    Lavoro subordinato

  5. o

    Organizzazione del lavoro

  6. p

    Professionisti

    Pubblico impiego

    Pensione

  7. s

    Sicurezza del lavoro

    Socio amministratore

  8. t

    Trattamento di fine rapporto (TFR)

    Trasferimento di azienda

loader