Numero 37 -


Controllare le e-mail dei dipendenti viola il diritto alla vita privata

La pronuncia della Grande Camera della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo affronta il tema – quanto mai attuale anche nel nostro ordinamento – della ragionevole aspettativa di privacy di cui gode il lavoratore che utilizzi strumenti aziendali per scopi personali

Angelo Zambelli
Partner Grimaldi Studio legale

Guida al Lavoro

Il settimanale di amministrazione del personale, contrattazione collettiva, diritto e sicurezza del lavoro, da oggi completamente rinnovato.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader