Numero 37 -


Legittima la sospensionedel sanitario no-vax in attesa della comunicazione Asl

Il Tribunale di Roma, in quattro ordinanze, si pronuncia per la legittimità della sospensione dell'operatore sanitario, dalla prestazione e dalla retribuzione, disposta dal datore di lavoro prima della comunicazione dell'atto di accertamento di inosservanza dell'obbligo vaccinale da parte delle ASL; ciò sul presupposto che la vaccinazione costituisca non solo un obbligo, ma anche un requisito essenziale per lo svolgimento di tali attività, e quindi anche un onere per il lavoratore, diventando in tal modo una misura, tipizzata dalla legge, per l'adempimento dell'obbligo di sicurezza ex art....

Carlo Pisani
Professore ordinario di diritto del lavoro
Università degli Studi di Roma
Tor Vergata

Guida al Lavoro

Il settimanale di amministrazione del personale, contrattazione collettiva, diritto e sicurezza del lavoro, da oggi completamente rinnovato.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader