Numero 44 -


La prestazione di lavoro agile all'estero: profili lavoristici e previdenziali

L'ordinamento interno e comunitario/internazionale non riportano regole specifiche per il caso di prestazione di lavoro agile resa da cittadino all'estero. La crescente internazionalizzazione delle imprese, oltre alla ricerca di profili ad elevate competenze in un mercato del lavoro ormai globale, al pari di nuove istanze di conciliazione degli stessi lavoratori, impongono di delineare prime risposte tecniche ed operative per una gestione accorta di simili casi

Marina Mariani
Dottoressa di ricerca in formazione della persona e mercato del lavoro
Marco Menegotto
ADAPT Professional Fellow

Guida al Lavoro

Il settimanale di amministrazione del personale, contrattazione collettiva, diritto e sicurezza del lavoro, da oggi completamente rinnovato.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader