Numero 8-9 -


Restituzione somme al soggetto erogatore, il corretto comportamento fiscale del sostituto d'imposta

L'Agenzia delle Entrate afferma che il lavoratore dipendente, soccombente nel secondo grado di giudizio, deve restituire al datore di lavoro gli importi corrisposti al lordo delle ritenute Irpef operate in sede di esecuzione della sentenza di primo grado, subendo quindi un esborso maggiore di quanto in precedenza incassato

Salvatore Servidio
Esperto in materia fiscale

Guida al Lavoro

Il settimanale di amministrazione del personale, contrattazione collettiva, diritto e sicurezza del lavoro, da oggi completamente rinnovato.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader