Numero 31 -


Tutele crescenti, conversione del contratto a termine e licenziamenti: una decisione che non convince

Il Tribunale di Milano va a "colpire" un altro "pezzo" della disciplina del contratto a tutele crescenti, disapplicando la disposizione che estende tale disciplina alle ipotesi di contratto a termine stipulato prima del 7 marzo 2015 e convertito a tempo indeterminato dopo tale data. Il Tribunale ritiene, infatti, che tale disposizione sia in contrasto con la disciplina europea e che, in base ad una interpretazione costituzionalmente orientata, essa non possa essere riferita ai casi di conversione del contratto a termine che non derivi da un accordo che abbia un effettivo contenuto novativo

Giampiero Proia
Professore Ordinario di Diritto
del lavoro nell'Università Roma Tre

Guida al Lavoro

Il settimanale di amministrazione del personale, contrattazione collettiva, diritto e sicurezza del lavoro, da oggi completamente rinnovato.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader