Numero 27 -


Subordinazione e autonomia alla prova della gig economy

La sentenza Foodora conferma la validità dei parametri dogmatici fondamentali della subordinazione per i lavoratori della gig economy; per essi invece il legislatore sembra pronto ad intervenire (almeno in assenza dell'introduzione di tutele adeguate da parte dell'autonomia collettiva) sul cuore del sistema, con un "salto nel buio" che potrebbe modificare la fisionomia del diritto del lavoro

Fiorella Lunardon
Professore ordinario
di Diritto del lavoro
presso il Dipartimento
di Giurisprudenza dell'Università
degli Studi di Torino

Guida al Lavoro

Il settimanale di amministrazione del personale, contrattazione collettiva, diritto e sicurezza del lavoro, da oggi completamente rinnovato.

Sei un nuovo cliente?

Registrati e attiva subito 28 giorni di consultazione gratuita*.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?

loader